lunedì 30 giugno 2008

Un assaggio

Storia strana per quanto romantica. Quasi un film. Ragazzo e ragazza si conoscono da una vita, suonano insieme, registrano qualcosa come 30 canzoni, escono live, poi si sciolgono. Coltivano progetti paralleli che poi diventano grandi. Qualche anno dopo torna la voglia di fare qualcosa insieme, trovano un batterista e iniziano a provare. Il ragazzo è ovviamente Oliviero Farneti, la ragazza è Sara Ardizzoni, il batterista sono io. Il gruppo si chiama Pilar Ternera. Stiamo provando, c'è l'idea di registrare presto un disco. Abbiamo la prima data il 10 luglio, a Borsea, nel festival organizzato dall'arci Ridada, di spalla ai grandissimi Eterea (Postbong Band), che amo. Però nel frattempo abbiamo registrato un po' di video in sala prove, qualità scarsa, voci stonate, suoni migliorabili.
Eccoli:


Fatemi sapere cosa ne pensate!!!

8 commenti:

makka ha detto...

nessuno ha il coraggio di ammettere che a parte il culo di Sara Ardizzoni c'è ben poco.
E poi cos'è quella specie di batteria che usi? se dici ti compro un paio di tom e un 'altra cassa ehehehe
(perdonami sono appena tornato dal gods of metal e devo ancora smaltire l'esaltazione. per questo parlo come un camionista).

don Mancho ha detto...

Grazie makka, sempre molto gentile :)

Anonimo ha detto...

al gods of metal però i culi erano pelosi

makka ha detto...

sì ma è sempre bello far piangere un indie.

Anonimo ha detto...

Wè, Makka, hai visto anche i Black Tide?

Anonimo ha detto...

ho sentito dire che i metallari piangono sangue, alla vista di pelle sintetica e borchie. è vero?

PerKins ha detto...

Forte il sound! e romantico il background ;) Gli Eterea sono dei pazzi scatenati,visti per tre volte e mai annoiato. avanti così!

sala prove ha detto...

I am sure fans must have got impressed with this blog!!!
and your band