lunedì 26 novembre 2007

Amo Amy


Amo Amy Winehouse. Anche se è strafatta di qualsiasi droga esistente. Anche se è uno scheletro che cammina. Anche se è un cesso che non se pò guardà. Anche se tra un paio di mesi sarà un morto che parla. Anche se la quarta traccia del disco è un reggea rompicoglioni. Anche se al massimo durerà altri tre mesi. Anche se ha i denti finti. Anche se è sempre Drunk On Stage. Anche se i suoi musicisti negri ridono perchè si rendono conto che è una buffonata. Anche se è vestita di merda e si muove impacciata. Anche se non ci imbrocca una nota una. Anche se fa i vocalizzi fuori tempo. Anche se ha i ballerini negri. Anche se il suo chitarrista del secondo video non ne imbrocca mezza. Anche se ha un coccone rasta che non si capisce bene. Io la amo.

4 commenti:

captainfe ha detto...

pare che durante le ultime perquisizioni le perlustrino anche il coccone rastone e i larghi spazi interdentali. Non l'amo ma la stimo.

makka ha detto...

mi piace quando scrivi come jovanotti. quello di gimme five, quando ancora era un personaggio rispettabile.

federico ha detto...

Esteticamente, è una versione moderna di Cindy Lauper. Una Cindy Lauper strafatta di ketamina, per l'esattezza.

dolma ha detto...

ketamina? dove?