lunedì 8 ottobre 2007

Cronaca di questi giorni

Mi sembra di esser stato via un mese. 156 commenti nel post polemico. Questo perchè evidentemente l'appartenenza geopolitica e il campanilismo risultano essere componenti importanti e fonti di classificazione sociale. Ma per favore.
Sono venuti fuori nomi di band che hanno fatto la storia della musica nel nostro territorio e che hanno un valore assoluto elevato. Grazie a tutti. Mi sono sbragato dal ridere in quasi tutti i commenti. Non riesco a rispondere a tutti, arriverei a 200 solo con commenti miei.

La Casa 139 è molto bella. Ed era anche abbastanza piena. Finito il concerto si è svuotata, il che suggerisce che la gente era lì per noi. Non possiamo che esserne felici. Peccato per le multe. 36 euro per due macchine. Quando siamo usciti abbiamo anche assistito a un arresto: 5 volanti dei carabinieri ferme in mezzo alla strada; due carabinieri estraggono un tipo rasato in manette, lo sbattono sul muro e iniziano ad urlargli in faccia. Poi lo mettono su un'altra auto e lo portano via. Purtroppo non sono riuscito a capire nulla di quello che dicevano ma la scena mi ha dato alcuni brividi. Benvenuto in città, prete messicano. Anche se mi sto abituando un po' a Milano.

Pernottiamo all'Igloo, la nostra sala prove di Correggio. Mi ero preparato con sacco a pelo nuovo (35 euro!!!) e devo dire che non è il massimo dormirci dentro. Alle 16 e 30 del girono dopo partiamo per Rivoli dove ci aspetta Cristiano, che oltre ad essere il chitarrista dei Perturbazione, è anche uno dei due boss dei Dischi dell'Amico Immaginario. Persona squisita, come tutti i Perturbazione. Lo sapevo già, lo ha riconfermato in questi giorni. Alla mattina mi sveglio, esco e vedo due vecchiette che parlano in un dialetto familiare..."Signora di dov'è??" risposta: "So di Contarina, in Provincia di Rovigo"!!!! Esplode la felicità nei miei occhi!! E iniziamo una discussione in dialetto contarinante, sotto lo sguardo stupito dei Mam e di Maurizio, l'altro boss. Dopo un sentito Auguri, partiamo per lo Spazio 211.

Non è stato uno dei nostri migliori concerti, eravamo forse un po' più emozionati del solito. Certo l'impatto fuori è stato ottimo, anche perchè Maurizio è un signor fonico e ha saputo dare la giusta dose di "legna" nei nei nostri suoni già "legnanti". Comunque siamo cresciuti sempre più nel set e abbiamo finito nel migliore dei modi. Dopo il concerto veniamo a sapere che all'Hiroschima c'erano gli Africa Unite, e quindi la serata è andata proprio da dio. Lo Spazio è un po' il Covo di Torino, bella musica e pieno di gente.

Il giorno dopo partiamo presto, arrivo a Bologna alle 14 e prendo il treno. Ma non può essere andato tutto così bene. Aspetto a Rovigo un sacco di tempo. Odio Trenitalia. Con tutto il mio cuore. E anche la Sita. Non ci può non essere un modo per tornare a Porto Viro da Rovigo per un intero pemoriggio. Non si possono aspettare 3 ore in stazione. Ho capito che è domenica e che non avete voglia di fare un cazzo. Ma che devono dire i consumatori? Anzi utilizzo il termine "clienti", molto più appropriato. Ecco, se potessi scegliere, io non sarei MAI PIU' vostro cliente.

Il prossimo sabato c'è il concerto al Covo. Dovete esserci tutti, sarà un serata stupenda.

P.s. ho appena trovato su youtube questo video della casa 139. Non si vede e non si sente, ma c'è. :D

4 commenti:

enver ha detto...

te xe ndà ben, meza rivoli xe ciosota! :)

don Mancho ha detto...

Mi toccava far baruffa con i tuoi simili! :D

federico ha detto...

Favoloso il post su Porto Viro. Mi sono piegato dalle risate. :D
Il problema è che in rete c'è gente che certe cose le prende sul serio e si incazza. Non tutti riescono a capire l'ironia.

don Mancho ha detto...

Ironia? Io ero serissimo :D