domenica 23 dicembre 2007

Death of a Princess


Ci sono persone che suonano. Che sono molto amici. E che decidono di registrare qualcosa insieme, senza troppe preoccupazioni, anzi con tanta voglia di fare baccano. Allora si trovano in una ex scuola elementare, adibita a sala prove. Montano un paio di strumenti, con un computer e un microfonino di quelli scrausi da pc, quelli con cui potresti a malapena skypare con qualche parente lontano. Registrano prima una base di batteria, totalmente suonata secondo il sentire del momento, senza minimamente progettare una struttura. Solo muscoli e sudore. Solo il desiderio di fare un pezzo così e attaccarne un altro così. Poi le chitarre, con la batteria di prima sparata in cuffia e il Twin a 8. Un basso. Infine urla, e alcune imitazioni di personaggi a loro cari come maestri della Scuola Guida e professori di inutili Itis di provincia.

Tutto questo è Death of a Princess. Un progetto di Baz (chitarra, basso), Mancho (chitarra, voce) e Il Negro (batteria, ghegs).
Peteko nasce come un urlo di battaglia. Un ep di 5 pezzi in 5 minuti diventato poi un solo pezzo di 5 minuti. Un brodo primordiale post hardcore.

Enjoy!

2 commenti:

blago ha detto...

il prete in classifica nei miei dischi 2007

un saluto!

don Mancho ha detto...

Ho visto blago, sei un grande!