giovedì 19 aprile 2007

Marcon Festival


Questo festivalino che si tiene a Marcon ormai è un appuntamento fisso di ogni estate veneta. Lì ho visto dei bei concerti a prezzi irrisori, l'atmosfera è calda e si bevono degli ottimi cocktails agli agrumi. Quest'anno il livello mi sembra calato, ci sono un sacco di gruppi metal. Un pensierino per i Brutal Truth potrei anche farlo (ma sono ancora vivi? Credevo si fossero sciolti...), ma il resto è troppo metal per i miei gusti. Ahahhhahaha come se i BT fossero pop. Per loro ho più un legame affettivo, diciamo.

Un concerto papabile è quello dei Converge. Il loro No Heroes mi piace assai, è più hardcore che metal, anche se il confine è labile. Li hanno chiamato solo per fare felice il nostro amico Sbudello, che quando lo vedo mi fa una testa così con sti Converge. :D

Poi ci sono tutti quei concerti mezzi ska che salterò a piè pari. Ma è possibile che ci sia ancora gente che ascolta quella musica? Ma che hanno, la merda nel cervello? E viene trascurato il pop, il rock'n'roll, il punk. E' questo che mi fa incazzare.
E poi basta con i soliti gruppi italiani, i Verdena, i Bluebeaters, i Sud Sound System. Basta! Persino nella serata "indiependente" ci sono gruppi che hanno strarotto il cazzo. I Tarm, simpatici ma sono sempre uguali. Il Teatro mi ha deluso moltissimo. Giorgio Canali è una presa per il culo. Moltheni...non ne parliamo.

Insomma, adesso che c'ho fatto caso, questo Marcon è peggiorato di molto. L'unica cosa che può salvarlo è una politica di prezzi bassi, che ha sempre contraddistinto il festival.

10 commenti:

el senor ciuf ciuf ha detto...

animal collective!

don Mancho ha detto...

Non li conosco, chi sono? Attenzione, potrei cambiare opinione su tutto il festival...

makka ha detto...

I soli che meritano sono gli entombed (che hanno indubbie influenze punk e rock n’roll).
Ma forse sei troppo metal anche per loro. Ovviamente se paragonato allo ska.

don Mancho ha detto...

No è vero, gli entombed meritano.

makka ha detto...

è esattamente quello che dicevo io. ma tu sempre a focalizzarti sulla cantante dei lacuna coil.
opportunista!

el senor ciuf ciuf ha detto...

gli animal collective sono una mandria di sbiellati che, pare, dal vivo eseguano riti pagani di divertente inascoltabilità.
andiamo?

don Mancho ha detto...

Anche se non ho capito un cazzo, direi di sì!

Lunarpunk ha detto...

sono storici gli animal collective. for me

don Mancho ha detto...

Mi avete incuriosito. Che disco mi consigliate?

A.H. ha detto...

Sapete dirmi quanto fanno pagare? il 21 è una data davvero succulenta