domenica 3 giugno 2007

La Gattola


Ci sarebbero troppe cose da dire. Il tempo ha tenuto, se vogliamo parlare del tempo. I gruppi c'erano e pure troppi, se vogliamo parlare di quello. Il posto è accogliente e la gente non mancava.

Alle 20 va sul palco la Coscienza di Giuda. Bel concerto, che va in crescendo proporzionalmente al migliorare dei suoni sul palco. Li ho visti belli cattivi, e sono molto meglio ripetto a quando rallentano. Un grazie di cuore a Zangi per aver messo a disposizione il suo ampli del basso, ha veramente salvato il festival. Per contro, noto delle cadute di stile da parte del Nostradamus coi dread de noantri. Fai pure, non mi tocchi.

Dopo la Coscienza, tocca agli I Got A Violet. Set un po' scazzato anche se pulito. Molto penalizzati dai suoni, un po' come tutti. Li rimando a un concerto serio.

Poi A Day After. Non li ho seguiti molto, mi stavo preparando per suonare.

Alle 22 (?) My Awesome Mixtape. Probabilmente siamo stati quelli più svantaggiati dai suoni. Primo perchè il minimo è sentire la base. Se si sente poco è come suonare a clic in cameretta. Zero energia. Inoltre sentire la propria voce altissima in spia ma non sentire la base su cui si dovrebbe cantare è un problema grave.
Secondo: il volume. Deve essere altissimo anche fuori, e non al livello di uno stereo di casa.
Eravamo gli unici con le basi e, in un festival dove sin dal pomeriggio si erano alternati gruppi metal o hard rock, era scontato che incontrassimo questi problemi.
Ovviamente non sto incolpando i fonici, che ringrazio perchè comunque si sono fatti il mazzo, ma la situazione che ci ha impedito di fare un concerto serio. Sapremo rifarci. Già domani sera a Padova (dove ci sarà anche Scaglia, il trombettista).

Subito dopo, resto sul palco perchè ci sono i Juxtabrunch. Mi sembra sia andata bene, anche se i suoni erano quelli che erano. 5 pezzi 5, tre dei quali nuovi (e per fortuna, visto che avevo/ho 12 vesciche dolorosissime sulle mani. Sono stato soprannominato Padre Pio) Nicola ha trovato lo stesso il modo di rompere una corda della chitarra. Però mi sono piaciuti questi Juxta, molto carichi e convinti.

Poi, Penelope sulla Luna, di cui non ricordo nulla, Le Luci della Centrale Elettrica, figo come pochi, e gli Zen Circus alla fine, con il batterista degli Appaloosa e Giorgio Canali. Bravi come al solito, anche se in formazione atipica.

Hanno finito ad un orario improponibile. Io sono andato via alle 2.30, ma aveva appena iniziato a suonare un percussionista, un allievo di Tullio de Piscopo - NON SCHERZO.

P.s.: Nella foto i bloggers della bassa. Ban-ale, Makka e il Prete Messicano (distrutto)

13 commenti:

Anonimo ha detto...

...non mancavo io?
Dai il Nostradamus coi dread de noantri è caduto di stile?
Ma io mi fido di lui, sono sicuro che si rialzerà, meglio di prima, se non lo ha già fatto.
Devi averlo lo stile per perderlo.

rOD

don Mancho ha detto...

Beh quella era una battuta che non ho neanche scritto perchè era già implicita.

La prossima volta ci sarai anche tu nella foto...

Anonimo ha detto...

possiamo rimediare con un fotomontaggio

banALE

the Calorifer is very Rotten! ha detto...

caduta di stile perche'???

ho un'idea: lotta nel fango in perizoma...

angolo sx U "The Rototom"
angolo dx M "The Mexican Father"

diventato father per il luogocomune sullo mollare un lavoro fisso...

arbitro:Sereno
presidente di giuria: Luca "il salvetti del festivalbar"

nel caso non vada in porto la lotta nel fango proporrei una sfida all'american gladiators con i mega stantuffi rossi e bianchi VS. rossi e blu!
luogo:la centrale di polesine camerini

don Mancho ha detto...

Perchè caduta di stile? Chiedi al tuo bassista...

Anonimo ha detto...

non devo dire niente a nessuno, mi è stato chiesto di riferiti una cosa e io l'ho fatto. Se vuoi mettere i cazzi tuoi in pubblico poi non lamentarti.

"il tuo bassista"

Lunarpunk ha detto...

w le mancio polemiche

don Mancho ha detto...

Beh evidentemente non ho messo i cazzi miei in pubblico, dato che non credo si capisca molto da quello che ho scritto. Il modo di dire "chiedilo al tuo bassista" era al limite un rafforzativo, come a dire "sto parlando di quella cosa lì".

makka ha detto...

@trio lescano: ma allora esistete davvero! wow.
rOD dov'era? in giro in bmw? a spasso in qualche centro commerciale? a San Siro o a bordo ring a commentare l'ultimo Royal Rumble?
@ mancin: suonare in un gruppo peggio dei juxtabrunch è una caduta di stile. hai notato il mio tocco personale? youthanasia come intermezzo tra una band e l'altra! ahahahaha

the Calorifer is very Rotten! ha detto...

azzo makka mi sono dimenticato di fare l'assolo di voce che ti avevo promesso!
la prox volta rimediero'...giuro!!!

don Mancho ha detto...

Makka, più in là dei megadeth non vai. Tienteli pure.

makka ha detto...

@ nigola: la voce si era impigliata nelle bretelle.
@ mancin: dovrei forse abbandonarli per una pianola o un game boy?

Anonimo ha detto...

Grande makka, ho notato il tocco e ci stava tutto.
Ah vendo una bontempi se ti interessa max serietà no perditempo.

banALE