mercoledì 13 giugno 2007

Weekend italiano


Da domani me ne vado via per qualche giorno.
Nel pomeriggio prenderò il treno per Bologna, dormirò a casa di Paolo e venerdì mattina partiremo con la squadra alla volta di Bra (Cuneo), dove terremo un concerto al Volume Summer Festival. Tra gli altri, suoneranno Disco Drive, Scuola Furano e the Sad Showman. Non so ancora con che formazione andremo sul palco.

Il giorno dopo rientreremo a Bologna (la data di Ostia fissata per il sabato è stata annullata), andremo a vederci i Settlefish e i Gazebo Penguins a Villa Serena e toccheremo il letto moderatamente presto.

Sì, perchè il giorno dopo avremo un'altra trasferta importante in quel di Roma: suoneremo all'Angel's Pub, in una serata chiamata When The Rock Rocks, per presentare il vinile Songs Of Sadness, Songs Of Happiness, uscito per l'etichetta romana Ufo Hi-Fi.

Ci vediamo da quelle parti, anche perchè abbiamo un po' di cose da festeggiare!

6 commenti:

makka ha detto...

ma non avevi giurato solennemente che saresti venuto a venezia domani?
"la musica di domani ascoltatela oggi"
per favore: prendi per il culo l'organizzatore da parte mia.

don Mancho ha detto...

Makka invece tu ascolti oggi la musica di ieri. Mi fai più tristezza tu sinceramente :D

makka ha detto...

e chi sarebbe a stabilire ciò che è più opportuno ascoltare oggigiorno?
tò, un kleenex.

don Mancho ha detto...

Makka, punti di vista: per te dovrei prendere per il culo chi ha scritto lo slogan di quel festival, per me invece no. Fattostà che hai iniziato tu!

Ma di una cosa mi stupisco: come fai a non esserti rotto i coglioni di ascoltare gli stessi gruppi da 15 anni. Io in 8/9 anni di ascolti avrò cambiato 100 generi e 100000 gruppi preferiti. E non dire che è perchè ascolto gruppi di merda, perchè ho passato anche il periodo metal, il periodo punk ecc...ma questo immobilismo cazzo, proprio non lo capisco. La musica cambia, una persona mediamente intelligente pure. Uno che resta sempre uguale a se stesso mi fa solo tristezza. Questo vale non solo nella musica, soprattutto nella vita. Però la musica è un indicatore abbastanza fedele.

Poi lo so che tu spesso esageri, e lo fai apposta per provocare. Ma a livello generale la penso così.

don Mancho ha detto...

Ho scritto un po' da culo, comunque si capisce il senso. :)

makka ha detto...

evidentemente non hai mai visto la mia collezione di cd così come io non ho mai analizzato il tuo q.i.
ciononostante lo slogan è da coglioni e se lo approvi, fai bene a cambiare sempre gusti in base alle evenienze.