mercoledì 28 marzo 2007

(S)Borat


Ho appena visto Borat. Che dire, a me è piaciuto, sarà perchè non ho speso un cazzo, sarà perchè l'ho visto teneramente abbracciato al mio cuscino, sarà perchè non avevo molte aspettative. Di certo non è il film più bello della storia, e capisco molte delle obiezioni che ho sentito in giro. Ma mi ha fatto ridere in più di qualche punto. L'unica pecca è il doppiaggio ma lo sapevo già, ci potevo scommettere qualsiasi cosa. Il fatto è che l'ironia del film sta proprio nell'interpretazione dell'inglese da parte di un kazako, e in italiano vengono a mancare tutti i doppi sensi. Le parti che mi hanno fatto più ridere sono quelle più spontanee, e quelle che mettono in ridicolo i tipici americani benpensanti.
Insomma, non so se vale la pena vederlo al cinema, ma riesce a farti passare un'ora e mezza in allegria.

Bella questa chiusa "ecumenica", eh makka???

1 commento:

makka ha detto...

@ mancin: pretaz dal caz, sparale secche. cito testualmente dal mio blog altrettanto accomodante: "un finto inviato del kazakistan mette in ginocchio un’intera Nazione. Da questo film emerge che ciò che tiene in piedi l’America e che fa girare il mondo quindi, non è la misoginia, o l’antisemitismo nei confronti di zingari, gay e senzatetto, ma il silicone di Pamela Anderson (ai tempi di baywatch)". bascìn mancìn